Sunto della Lettera del presidente agli oltre 170.000 Soci e agli Amici

Come tradizione, il presidente della Banca Popolare di Sondrio invia ai Soci, oltre 170.000, e agli Amici la lettera di metà anno.

In apertura il presidente ricorda l'ampia partecipazione di soci all'assemblea ordinaria del 9 aprile 2011: 5.200 complessivamente iscritti, di cui oltre 3.300 in proprio e i rimanenti per delega e rappresentanza. "Una famiglia unita, la cui azione è il giusto frutto della conoscenza ed è espressione concreta della matrice popolare cooperativa".

Quanto all'economia, la ripresa mondiale prosegue, seppure in presenza di incertezze e di fattori problematici quali i sommovimenti di Paesi del Nord Africa e le calamità naturali che hanno colpito il Giappone. In tale contesto, L'Italia mantiene la fiducia degli operatori grazie alla severa e intelligente gestione del debito pubblico e alla solidità del sistema bancario; preoccupa la disoccupazione, specie giovanile.

Le risultanze della gestione aziendale sono state, nel primo semestre 2011, appaganti. L'aumento delle masse intermediate alimenta la primaria missione di sostegno all'economia, con particolare attenzione, nell'interesse della banca e della clientela, alla qualità del credito. La redditività di periodo beneficia dell'incremento del margine di interesse, del positivo apporto delle commissioni e del risultato dell'attività finanziaria.

Il patrimonio è costantemente oggetto d'attenzione da parte della banca. Ne sono conferma le periodiche operazioni di aumento del capitale sociale susseguitesi negli anni e il costante e significativo ricorso all'autofinanziamento. Osserva in merito il presidente: "Anche se la nostra effettiva consistenza patrimoniale appare adeguata, un ulteriore accrescimento delle sue componenti darebbe un vigoroso impulso alla nostra capacità operativa e sosterrebbe agevolmente la naturale espansione degli affari".

L'azione commerciale è tra l'altro finalizzata ad aggiornare e qualificare l'offerta riservata ai risparmiatori, in relazione agli andamenti di mercato. L'innovativa "Carta +ma", prepagata, consente di effettuare operazioni tipiche di un conto corrente, quali accreditare lo stipendio, ricevere e disporre bonifici, acquistare su internet. Il costante impegno della banca nei confronti della clientela, quindi per la qualità dei servizi, è motivo del conseguimento del premio "Creatori di Valore" come "Miglior Banca Popolare" nell'ambito di "Milano Finanza Awards 2011", giudizio che attiene al capitale umano, prioritario valore aziendale.

Il binomio banca e territorio si concretizza pure con nuovi mirati insediamenti. Nel semestre sono state avviate le dipendenze di Aosta, Villafranca di Verona (Vr), Seriate (Bg), Erbusco (Bs), Cernusco sul Naviglio (Mi) e Castel San Giovanni (Pc), per un totale di 296. La controllata Banca Popolare di Sondrio (SUISSE) ha consolidato le strutture centrali e periferiche, quest'ultime con l'istituzione della filiale di Samedan, complessivamente la 23a, in un territorio, l'Alta Engadina, vocato al turismo invernale ed estivo.

Il presidente, nel citare l'ispezione ordinaria effettuata dalla Banca d'Italia nel primo semestre - "Un'opportunità, un punto di riferimento cui attingere per bene operare e per essere migliori", - aggiunge "Come italiani, ci sentiamo anche noi orgogliosi della promozione del Governatore della Banca d'Italia, professor dottor Mario Draghi, alla Banca Centrale Europea".

Di rilievo, riguardo all'attività culturale del primo semestre dell'anno, la realizzazione editoriale in tre volumetti "Il Risorgimento e la Valtellina", impreziosita dall'autorevole messaggio del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, donata ai soci presenti all'assemblea del 9 aprile 2011. L'iniziativa si inquadra, unitamente a una mostra di monete e medaglie allestita presso la biblioteca Luigi Credaro, nelle celebrazioni per il 150° dell'Unità d'Italia. La biblioteca stessa ha altresì ospitato esposizioni dedicate a Salvatore Quasimodo e a Carlo Donegani. Il fascicolo di bilancio 2010 della controllata BPS (SUISSE) riserva la tradizionale monografia culturale ad Adriano Olivetti. Quanto alle conferenze del periodo, la banca ha ospitato il professor Guido Tabellini, magnifico rettore dell'Università Commerciale Luigi Bocconi; il dottor Michele Fazioli, giornalista della Radiotelevisione Svizzera di lingua Italiana; il professore ambasciatore Sergio Romano, storico ed editorialista.

In chiusura della lettera il presidente, nel rilevare la crescita della quota di mercato della banca, evidenzia la fiducia degli oltre 170.000 soci e osserva: "Ben vengano nuovi soci per una banca che opera con diligenza, correttezza e trasparenza; che svolge una gestione indipendente, sana e prudente; e che adotta misure idonee a salvaguardare i diritti dei clienti sui beni affidati".


CONTATTI SOCIETARI

-    nome: Paolo Lorenzini
-    ruolo: responsabile servizio relazioni esterne
-    telefono: 0342 528212
-    e-mail: paolo.lorenzini@popso.it
-    indirizzo internet aziendale: www.popso.it
 
Sondrio, 30 giugno 2011