stampa

Bilancio positivo, 10 milioni di utile netto, per Factorit, la società controllata da Banca Popolare di Sondrio, al servizio delle imprese nella gestione dei crediti domestici e internazionali, al 4° posto tra gli intermediari del settore.

Lunedý 28 marzo 2011 si Ŕ tenuta a Milano l'assemblea degli azionisti di Factorit S.p.A., controllata dalla Banca Popolare di Sondrio, che, sotto la presidenza del prof. Roberto Ruozi, ha esaminato e approvato i risultati di bilancio per l'esercizio 2010.

Nel 2010 la SocietÓ ha realizzato un utile netto di 10 milioni di euro. Il margine di intermediazione si Ŕ attestato a 59,1 milioni di euro, di cui il 54% derivanti da commissioni. Il rapporto costi/ricavi Ŕ stato pari al 26%.

Il volume dei crediti ceduti nel corso del 2010 Ŕ stato di 11.341 milioni di euro e conferma il posizionamento della SocietÓ al quarto posto tra gli operatori del settore, con una quota di mercato dell'8,3%. L'operativitÓ in pro-soluto Ŕ stata del 63%. I crediti ceduti al 31/12/2010 ammontavano a 3.188 milioni di euro. L'importo medio degli impieghi Ŕ stato di 1.201 milioni di euro.

Nel corso del 2010 il 60,5% della proprietÓ di Factorit Ŕ stato acquisito da Banca Popolare di Sondrio, ora azionista di controllo, e il 30% da Banca Popolare di Milano. Il Gruppo Banco Popolare ha mantenuto il 9,5% del capitale.

Factorit ha recentemente trasferito la propria sede operativa in via Cino del Duca n. 12, nel centro di Milano, vicino a San Babila, in stabile di proprietÓ della Banca Popolare di Sondrio.

La SocietÓ, operativa dal 1978 nella gestione e nell'anticipazione di crediti commerciali, domestici ed internazionali, offre i suoi prodotti alla clientela su tutto il territorio nazionale attraverso gli oltre 5.000 sportelli delle banche azioniste e convenzionate.