Fitch Ratings conferma i rating della Banca Popolare di Sondrio

Si riporta integralmente, di seguito, il testo del comunicato diffuso da Fitch Ratings:

""""""""""""""""""
Fitch Ratings-Londra/Milano - 30 ottobre 2009: Fitch Ratings ha oggi confermato per l'italiana Banca Popolare di Sondrio (BPS) ad "A" con prospettiva (Outlook) stabile il rating di Insolvenza Emittente di Lungo Termine (Long-term Issuer Default Rating). Contemporaneamente l'agenzia ha confermato a "F1" il rating di Insolvenza Emittente di Breve Termine (Short-term Issuer Default Rating), a "B" il rating Individuale, a "3" il rating di Supporto e a "BB" il rating Minimo in ipotesi di supporto (Support Rating Floor).

I rating di BPS riflettono la stabile e persistente redditività, la buona qualità dell'attivo, nonostante qualche deterioramento, la limitata propensione al rischio di mercato e la sana adeguatezza patrimoniale. Tengono inoltre conto della media dimensione e della concentrazione geografica. Il giudizio prospettico (Outlook) stabile riflette la cauta espansione di BPS e il prudente approccio al rischio.

La redditività operativa di BPS è rimasta costante negli ultimi anni, benché nel 2008 il risultato netto sia stato ridotto da svalutazioni sul portafoglio titoli, che contiene un'elevata quota di obbligazioni governative italiane.

Nei primi 6 mesi del 2009 la redditività è cresciuta, beneficiando della ripresa di valore del portafoglio titoli. Escludendo tali oscillazioni di valutazione avvenute nel 2008 e nel primo semestre del 2009, la performance dell'istituto è rimasta stabile e tale Fitch prevede che possa rimanere nel medio termine, nonostante il difficile contesto economico.

Nel corso del 2008 il portafoglio crediti di BPS è cresciuto di un rilevante 22%. Tuttavia si prevede che tale crescita si riduca al 9% nel 2009. L'attività creditizia è diversificata in una vasta gamma di settori che riflettono la varietà dell'economia locale lombarda. Nonostante qualche deterioramento che riflette l'indebolimento della situazione economica, la qualità dell'attivo di BPS rimane buona e si confronta favorevolmente con quella dei concorrenti. A fine giugno 2009 i crediti lordi incagliati e a sofferenza rappresentavano una contenuta percentuale del 2,75% dei crediti lordi totali, solo lievemente peggiore rispetto al rapporto registrato a fine 2008, pari al 2,30%. L'esposizione al rischio di mercato è contenuta e i controlli sono adeguati rispetto all'operatività della banca. La liquidità della banca e la sua raccolta beneficiano della stabile base di depositi da clientela e del limitato ricorso al finanziamento all'ingrosso. Il capitale è abbondante con un coefficiente di patrimonializzazione Tier1 pari al 10,46% a fine giugno 2009. Il capitale della banca è inoltre di alta qualità, essendo rappresentato interamente da core capital.

BPS è una banca cooperativa di medie dimensioni con sede in Lombardia, vicino al confine svizzero.
A fine giugno 2009 aveva un attivo totale di 22 miliardi di euro.
L'istituto offre i servizi bancari tradizionali verso la base di clientela al dettaglio costituita da famiglie e PMI nonché una gamma completa di prodotti attraverso società specializzate.
La banca ha una controllata al 100% con sede a Lugano, Banca Popolare di Sondrio (Suisse), che è attiva nell'operatività bancaria tradizionale e di private banking.

In base ai criteri di valutazione di Fitch, il rischio specifico di una banca si riflette nel rating Individuale, mentre la prospettiva di un sostegno esterno è colta dal rating di Supporto. Congiuntamente tali giudizi orientano i rating di Insolvenza Emittente di Breve Termine e Lungo Termine.


 

Sondrio, 30 ottobre 2009