Finanziamento per la rinegoziazione finanziamenti e il consolidamento delle passività a breve termine

Caratteristiche del finanziamento

La garanzia del Fondo di Garanzia copre fino all'80% del finanziamento, fino a un massimo di 5.000.000 €, in caso di rinegoziazione e/o consolidamento di linee in essere con l'erogazione di credito aggiuntivo in misura pari ad almeno il 10% del debito accordato (Art.13, lettera e).

 
  • Importo finanziato: ristrutturazione di finanziamento di medio-lungo termine e consolidamento del debito a breve in essere presso la banca con liquidità aggiuntiva pari almeno al 10% dell'accordato rinegoziato;Tipologia di finanziamento: tasso fisso e variabile;
  • Erogazione in un'unica soluzione;
  • Durata massima di 72 mesi con preammortamento fino a 12 mesi;
  • Il finanziamento deve essere assistito dalla garanzia diretta del Fondo di Garanzia 662/96 per un importo fino all'80%.
 

Come richiedere il finanziamento

Per richiedere il finanziamento è necessario inviare alla propria filiale di riferimento (la modalità di accesso e gli indirizzi e-mail delle filiali sono riportati nel seguito del presente documento), tramite e-mail semplice o PEC con oggetto "COVID FINANZIAMENTO CONSOLIDAMENTO", i documenti necessari alla richiesta del finanziamento oppure recarsi direttamente presso la propria filiale di riferimento previa richiesta di un appuntamento.

I documenti da inviare sono di seguito dettagliati:

  • Allegato 4;
  • Modulo di richiesta del finanziamento;
  • Copia di un documento di riconoscimento in corso di validità e codice fiscale del soggetto che inoltra la richiesta (rappresentante legale dell'impresa) con tutte le informazioni presenti sia sul fronte che sul retro del documento leggibili;
  • Lettera di manleva "Emergenza Covid-19" - adesione a modalità temporanea per la sottoscrizione di contratti e modulistica afferente prodotti e servizi bancari";
  • Dichiarazione di non appartenenza alla classificazione di impresa in difficoltà ai sensi del Regolamento UE 651/2014;
  • Documenti relativi alle agevolazioni ricevute nel triennio precedente dall'impresa richiedente per la verifica del regime "de-minimis";
  • Autocertificazione (ai sensi del DPR n. 445/2000) per le imprese costituite dal 1° gennaio 2019 dell'importo dei costi salariali annui previsti per i primi due anni di attività;
  • Preventivi e fatture in caso di investimenti. 
 

Nel caso in cui la controparte sia una Impresa PMI o MIDCAP:

 
  • Visura CCIAA (no Certificato di iscrizione) con elenco soci aggiornata al mese in corso alla data di richiesta della garanzia;
  • Copia del libro soci aggiornato (solo in caso di Società cooperative);
  • Per le società di persone e le ditte individuali copia del Modello Unico completo di Studi di Settore e della sezione IRAP (quest'ultima solo per le società in contabilità ordinaria) e copia della Ricevuta DI DEPOSITO di tutte le sezioni;
  • Modello "DM 10/ UNIEMENS" della società (riferito all'ultimo bilancio approvato), attestante il numero dei dipendenti (nel caso non siano presenti dipendenti serve apposita autocertificazione secondo il modello denominato "dichiarazione NO dipendenti").
 

Nel caso in cui la controparte sia un libero professionista o un lavoratore autonomo:

 
  • Iscrizione all'Albo o all'Ordine Professionale di appartenenza;
  • Certificato attribuzione Partita IVA;
  • Modello Unico persona fisica.
 

Di seguito è possibile scaricare i documenti per la richiesta del finanziamento:

Per ottenere l'indirizzo email della filiale di competenza, cui inviare la documentazione compilata per ciascuna richiesta, inserisca le informazioni richieste qui di seguito e clicchi il bottone in fondo alla pagina.

 

N.B.: Per la sede di Roma utilizzare l'indirizzo email: romasede.covid19@popso.it

 
 
 
 
 

Coloro che avessero difficoltà a compilare ed inviare la documentazione richiesta, possono contattare il numero verde 800.054.816.