Transizione IBOR

Transizione EONIA-€STR

A partire dal 1 ottobre 2019 è cessata la pubblicazione del tasso di riferimento EONIA nella sua precedente metodologia di calcolo. A sostituzione di tale parametro, a partire dal 2 ottobre 2019, è iniziata la pubblicazione di €STR (Euro Short-Term Rate). Tuttavia, per garantire una transizione graduale del mercato verso il nuovo tasso, EONIA continuerà ad essere pubblicato secondo una metodologiarevised, ossia €STR più uno spread fisso pari a 8,5 bps. EONIArevisedcontinuerà dunque ad essere pubblicato fino al 3 gennaio 2022, data in cui verrà definitivamente cessata la sua contribuzione a favore di €STR.
Differentemente dalla precedente pubblicazione di EONIA, che avveniva alle ore 19.00 CET del giorno di riferimento (T), €STR verrà pubblicato alle 8.00 CET del giorno successivo al giorno di riferimento (T+1) e, in caso di modifiche per errori che incidano per più di 2 bps, alle 9.00 CET con il dato corretto. Anche EONIArevisedverrà pubblicato il giorno successivo al giorno di riferimento (T+1), alle ore 9.15 CET.
Per ulteriori informazioni si rimanda ai seguenti indirizzi:
Working group on euro risk-free rates

Nuova metodologia di calcolo del parametro Euribor

Ai fini dell'adeguamento a quanto previsto dal Regolamento europeo n. 2016/1011/UE (Benchmark Regulation - BMR), che ha definito il nuovo quadro normativo sui tassi di riferimento, i tassi benchmark, tra i quali l'Euribor, sono attualmente sottoposti a una riforma con l'obiettivo di renderli più robusti, affidabili e trasparenti.In particolare, l'Euribor, tasso di riferimento utilizzato per numerose tipologie di operazioni di raccolta e impiego e prodotti derivati, calcolato per diverse scadenze e amministrato dall'ente europeo EMMI (European Money Markets Institute), a partire dal 28 novembre 2019 viene calcolato con una nuova metodologia. Tale innovata metodologia non modifica la variabile economica che l'indice rappresenta, che rimane il costo della raccolta per le banche europee contributrici. Ciò che cambia attiene al dato misurato, che ora è costituito dall'effettivo costo della raccolta rilevato dalle operazioni effettivamente conclusesi e non più, come avveniva in precedenza, da quello relativo alle proposte di acquisto o vendita dichiarato dalle banche contributrici.Ad ogni buon conto soggiungiamo che il valore dell'Euribor, rilevato e calcolato per le diverse scadenze, è sempre disponibile e consultabile sul Sole24Ore e su altri info providers.
Per approfondimenti è possibile consultare il sito EMMI al seguente indirizzo internet:
 EMMI - European Money Markets Institute