stampa

Transizione IBOR

Transizione EONIA-€STR

A partire dal 1 ottobre 2019 è cessata la pubblicazione del tasso di riferimento EONIA nella sua precedente metodologia di calcolo. A sostituzione di tale parametro, a partire dal 2 ottobre 2019, è iniziata la pubblicazione di €STR (Euro Short-Term Rate). Tuttavia, per garantire una transizione graduale del mercato verso il nuovo tasso, EONIA continuerà ad essere pubblicato secondo una metodologiarevised, ossia €STR più uno spread fisso pari a 8,5 bps. EONIArevisedcontinuerà dunque ad essere pubblicato fino al 3 gennaio 2022, data in cui verrà definitivamente cessata la sua contribuzione a favore di €STR.
Differentemente dalla precedente pubblicazione di EONIA, che avveniva alle ore 19.00 CET del giorno di riferimento (T), €STR verrà pubblicato alle 8.00 CET del giorno successivo al giorno di riferimento (T+1) e, in caso di modifiche per errori che incidano per più di 2 bps, alle 9.00 CET con il dato corretto. Anche EONIArevisedverrà pubblicato il giorno successivo al giorno di riferimento (T+1), alle ore 9.15 CET.
Per ulteriori informazioni si rimanda ai seguenti indirizzi:
Working group on euro risk-free rates

 

Aprile 2021


Riforma tassi di riferimento IBOR

Gentile Cliente, 
la presente comunicazione è funzionale a illustrare brevemente il processo di cambiamento in materia di tassi di riferimento del mercato monetario posto in essere a seguito di una decisione presa nel 2013 dal G20. 
In quella sede, il Financial Stability Board (FSB) stabilì di avviare la revisione e la possibile sostituzione di tali  tassi che, come noto, sono frequentemente utilizzati dalle banche nei contratti stipulati con la clientela.
Le raccomandazioni del FSB, pubblicate nel 2014, hanno confermato la riforma dei tassi di riferimento IBOR (Interbank Offered Rate), dei quali il LIBOR (London Interbank Offered Rate) è tra quelli maggiormente utilizzati, e la previsione di tassi alternativi. 

Recentemente, al fine di avviare operativamente l'anzidetta transizione, la FCA (Financial Conduct Authority) ha comunicato che fino al 31 dicembre 2021 continuerà ad assicurare il proprio supporto per la determinazione dei più importanti tassi della famiglia IBOR, tra i quali è compreso il LIBOR. 
A partire dal 1° gennaio 2022, tali tassi verranno affiancati da tassi di riferimento alternativi. Gli uni e gli altri sono riepilogati nella tabella sottostante.

Aprile 2021