stampa

"Patto per la Casa", protocollo d'intesa tra la Regione Lombardia e la Commissione Regionale ABI volto alla concessione di finanziamenti per l'accesso alla prima casa a favore delle giovani coppie.

La Banca Popolare di Sondrio, da sempre attenta a favorire l'accesso al credito per l'acquisto della prima casa, ha aderito al protocollo d'intesa "Patto per la Casa", sottoscritto nel 2012 dalla Regione Lombardia e la Commissione Regionale ABI, che prevede la concessione di contributi in conto interessi sui mutui ipotecari concessi alle giovani coppie per l'acquisto della prima casa.
La Regione Lombardia, con l'intento di dare continuità al provvedimento, migliorandone l'efficacia, ha recentemente emanato un nuovo "Avviso"; di seguito si riporta una breve descrizione dell'intervento rimandando per maggiori dettagli alle dipendenze della banca.

Scheda tecnica

(periodo di riferimento dal 1/06/2013 al 31/12/2013)

 

Soggetti Beneficiari: giovani coppie, i cui componenti:

  • non abbiano più di 40 anni alla data di presentazione della domanda;
  • abbiano contratto o contraggano matrimonio tra il primo giugno 2013 e il 31 dicembre 2013;
  • abbiano un Indice di Situazione Economica Equivalente (ISEE) non superiore a euro 40.000 (nell'anno 2012) e non inferiore a euro 9.000,00;
  • non possiedano altro alloggio nel territorio della Regione Lombardia;
  • non abbiano usufruito di altre agevolazioni per le stesse finalità;
  • tra il primo giugno 2013 e il 31 dicembre 2013 abbiano acquisito o acquisiscano da terzi (a titolo oneroso e con atto notarile) un alloggio per trasferirvi la residenza. La domanda di trasferimento della residenza deve avvenire al più entro 60 giorni dall'atto notarile d'acquisto;
  • il titolare o i titolari del mutuo (in caso di cointestazione dello stesso) devono essere residenti in Lombardia da almeno 5 anni.
 

Caratteristiche del mutuo: ilmutuo, autonomamente deliberato dalla banca a libere condizioni di mercato sia per tassi che per garanzie, deve:

  • essere intestato esclusivamente a uno o a entrambi i componenti del nucleo familiare;
  • essere stipulato nel periodo compreso tra il primo giugno 2013 e il 31 dicembre 2013;
  • avere una durata non inferiore a 20 anni;
  • essere stato acceso esclusivamente per l'alloggio oggetto del contributo;
  • essere stato concesso per un valore non inferiore al 50% del valore dell'alloggio.
 

Caratteristiche dell'alloggio: l'alloggio deve:

  • possedere le caratteristiche per usufruire delle agevolazioni fiscali previste per la "prima casa" di abitazione;
  • essere di proprietà di uno o di entrambi i beneficiari (solo di essi);
  • avere un prezzo di acquisto non superiore a 280.000 euro. Nel caso di importo superiore per acquisto contestuale del box, nell'atto d'acquisto dovranno essere indicati separatamente il prezzo della casa e il prezzo dell'autorimessa.
 

Il contributo: è previsto un contributo in conto interessi (da erogarsi a sportello fino a esaurimento delle risorse regionali) riconosciuto per un importo di finanziamento massimo pari a 150.000,00 euro (qualunque sia il maggior importo del contratto di mutuo). Per la quota di finanziamento ammessa è previsto l'abbattimento del tasso d'interesse di riferimento fino a un massimo di 200 punti base per anno,  per i primi 5 anni del piano di ammortamento, e comunque non oltre il tasso di riferimento europeo vigente alla data di delibera del mutuo da parte della banca (visionabile sul sito internet http://ec.europa.eu/competition/state_aid/legislation/reference_rates.html).

Presentazione della richiesta di contributo: la richiesta di contributo deve essere presentata entro il 28 febbraio 2014 presso gli sportelli della banca.

Per condizioni e caratteristiche del finanziamento rivolgersi alle filiali della banca.