Tsunami - fine lavori Sri Lanka

Aiuti a favore delle popolazioni colpite dallo tsunami

Il distretto di Trincomalee, nello Sri Lanka nordorientale, è tra le zone maggiormente colpite dallo tsunami asiatico del 26 dicembre 2004.

Banca Popolare di Sondrio e Il Giornale di Milano hanno aperto un conto per raccogliere fondi a favore delle popolazioni locali, con l'obiettivo di costruire 100 abitazioni permanenti e riattivare il sistema socio-economico delle comunità coinvolte.
I villaggi interessati dall'intervento - Tiriyai e Kattukulam, nella Divisione di Kuchchaveli - si trovano a pochi chilometri dai campi di accoglienza in cui attualmente risiedono i beneficiari.

L'iniziativa ha raccolto fondi per quasi 1 milione di euro.

CESVI - che significa Cooperazione E SVIluppo - è l'organizzazione umanitaria indipendente che ha portato a termine il progetto sostenuto da Banca Popolare di Sondrio, in collaborazione con Il Giornale.

 
 

Sri Lanka, 100 case per ricominciare

Immagine Sri Lanka

30.000 vittime, 250.000 famiglie senza tetto e oltre 1.000 bambini rimasti orfani. Queste le terribili cifre dell'onda anomala che il 26 dicembre 2004 ha sconvolto lo Sri Lanka.
Tra mille difficoltà dovute alla ripresa delle ostilità nel Paese, Cesvi ha portando a termine il progetto sostenuto da Banca Popolare di Sondrio, in collaborazione con Il Giornale.

Nell'ambito del progetto è stata portata a termine la costruzione di 100 case in due villaggi contigui, 91 latrine e 17 nuovi pozzi per garantire l'accesso all'acqua a tutte le famiglie.

Sono disponibili 2 documenti di approfondimento.