I corrispondenti
Attilio Cabiati
 
(Roma, 18 agosto 1872 - Torino, 13 ottobre 1950). Economista e docente universitario. Di origini ebraiche, studiò a Bergamo e a Pavia, dove si laureò in Giurisprudenza nel 1894. Fu professore presso l'Istituto superiore di commercio di Torino e all'Università di Genova dal 1914 al 1939, quando fu costretto a dimettersi per motivi razziali. Collaborò assiduamente con Einaudi, insieme al quale sostenne sempre, soprattutto dalle pagine di "Critica sociale", i principî liberali contro ogni forma di protezionismo industriale e commerciale. Nel 1920 fondò e diresse la "Rivista bancaria".
Opere principali: Politica commerciale e legislazione doganale (1914), Problemi finanziari della guerra (1915), Problemi commerciali e finanziari dell'Italia (1920), Principi di politica commerciale (1924), Il ritorno all'oro (1926), Scambi internazionali e politica bancaria in regime di moneta sana e avariata (1929), 1919-1929. Da Versailles all'Aja. Il Piano Young (1930), Questioni economiche del giorno (1931), Crisi del liberismo, o errori di uomini? (1934), Fisiologia e patologia economica negli scambi della ricchezza tra gli stati (1937), Il finanziamento di una grande guerra (1941), Il sistema aureo e il fondo conguaglio dei cambi (1949).
Bibliografia essenziale: Dizionario Biografico degli Italiani, Roma, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 1960- , sub voce Cabiati, Attilio, a cura di E. Galli della Loggia, pubbl. elettronica, url www.treccani.it/enciclopedia/attilio-cabiati_(Dizionario-Biografico)/; L. Federici, O. D'Alauro, Attilio Cabiati. In memoriam, in "Giornale degli economisti", n.s., a. 10 (1951); A. Cajumi, Ricordo di Attilio Cabiati, in "L'Industria", n. 3 (1951), p. 406-17; R. Marchionatti, Attilio Cabiati, un economista liberale di fronte al crollo dell’ordine economico internazionale, Torino, Centro di Studi sulla Storia e i Metodi dell’Economia Politica “Claudio Napoleoni", 2004, pubbl. elettronica, url www.scuolaeconomiatorino.unito.it/studi/studiMarchionatti.pdf; Id., Attilio Cabiati. Profilo di un economista liberale, Torino, Aragno, 2011.