I corrispondenti
Giuseppe Pontremoli
 
(Forlì, 1879 - Milano, 1952). Ingegnere e personaggio di spicco nell'imprenditoria del primo Novecento. Si laureò al Politecnico di Torino nel 1896. Nel 1904, insieme al socialista Luigi Della Torre, salvò dalla bancarotta il quotidiano radicale "Il Tempo". Alla fine del 1909 i due acquistarono dall'editore Sonzogno la proprietà del "Secolo" per oltre un milione di lire. Nel 1911 Pontremoli acquistò, inoltre, dal fondatore Luigi Cesana il democratico liberale "Messaggero" di Roma, venduto poi nel 1917 ai Perrone titolari dell'Ansaldo. Nel 1917, quindi, con l'ulteriore acquisto del "Giornale del Mattino", Pontremoli e Della Torre costituirono un potente gruppo finanziario editoriale, denominato Società editoriale italiana, disponendo quindi alla vigilia della prima guerra mondiale di un importante mezzo editoriale dell'interventismo democratico.
Bibliografia essenziale: V. Castronovo, La stampa italiana dall'unità al fascismo, Roma, Laterza, 1991, p. 206, 217-218; G. Tartaglia, Un secolo di giornalismo italiano: storia della Federazione nazionale della stampa italiana, Milano, Mondadori Università, 2008, p. 141.