testata per la stampa della pagina

Attività culturali

L'azione di promozione culturale della Banca Popolare di Sondrio si è sempre rivolta all'"ascolto" del suo territorio storico d'elezione, ove la banca ha "piedi, cuore e testa", con lo scopo di promuovere e valorizzare i molteplici aspetti naturalistici e di risorse a disposizione della creatività dell'operare umano. Conseguentemente, la vita e la cultura di una marca di confine come la nostra provincia, da sempre punto nodale nella rete di rapporti con il resto d'Italia e d'Europa, hanno trovato il proprio naturale e congeniale sbocco in una rinnovata "circolazione culturale" svolta dalla banca.
Un "dialogo" che ha trovato, nel corso degli anni, anche significative espressioni improntate a un vero e proprio spirito mecenatesco, quale l'iniziativa del 1961 - unica nel suo genere - allorquando la BPS convocò alcuni fra i maggiori artisti italiani - Sassu, Migneco, Morlotti, Spilimbergo, Cantatore, tanto per citarne alcuni - a "dipingere" la Valtellina, realiz