testata per la stampa della pagina

Assemblea dei Soci - Esercizio 2011

BANCA POPOLARE DI SONDRIO
società cooperativa per azioni


TITOLO

Assemblea ordinaria del 14 aprile 2012:


-   presentazione del bilancio al 31 dicembre 2011: relazione degli amministratori sulla gestione e proposta di ripartizione dell'utile;
-    mandato al Consiglio di amministrazione in tema di acquisto e alienazione di azioni proprie;
-    approvazione del documento "Politiche Retributive del Gruppo bancario Banca Popolare di Sondrio";
-    approvazione della "Relazione sulla remunerazione";
-    nomina di amministratori e sindaci.

SOMMARIO

-    bilancio al 31 dicembre 2011: relazione degli amministratori sulla gestione e proposta di ripartizione dell'utile:
approvati con tre voti contrari e quattro astensioni:

 
utile netto
€ 57.283.707,00 - 57,03%

 

riparto:

 
dividendo unitario:
€ 27.733.318,65
riserve
€ 29.150.388,35
fondo beneficenza
€ 400.000,00
totale
€ 57.283.707,00
 

aggregati patrimoniali:

 
raccolta diretta da clientela
€ 20.568 milioni, + 8,44%

crediti di cassa verso clientela
€ 20.606 milioni, + 12,92%
raccolta complessiva da clientela
€ 45.245 milioni, + 6,09%
 

-    mandato al Consiglio di amministrazione in tema di acquisto e alienazione di azioni proprie: approvato con sette voti contrari; l'importo a disposizione del Consiglio di amministrazione, attinente al programma di acquisto e alienazione di azioni proprie, è stato determinato in € 93 milioni;

-    approvazione del documento "Politiche Retributive del Gruppo Bancario Banca Popolare di Sondrio": approvato con tre voti contrari;

-    approvazione della Relazione sulla remunerazione: approvata con quattro voti contrari;

-    nomina di cinque amministratori per il triennio 2012-2014: l'Assemblea ha nominato amministratori, dall'unica lista presentata, i signori dottor Claudio Benedetti (indipendente), dottor Attilio Piero Ferrari (indipendente), dottor Giuseppe Fontana, Renato Sozzani, professor Adriano Propersi (indipendente);

-    nomina dei sindaci effettivi e supplenti e del presidente del collegio sindacale per il triennio 2012-2014: l'assemblea ha nominato sindaci effettivi, dall'unica lista presentata, i signori professor Piergiuseppe Forni, presidente del Collegio sindacale, dottor Pio Bersani e dottor Mario Vitali e sindaci supplenti i signori dottor Luigi Gianola e dottor Daniele Morelli.

TESTO

Si è oggi regolarmente svolta, presso il centro polifunzionale Pentagono di Bormio (So), l'Assemblea ordinaria della Banca Popolare di Sondrio, alla quale hanno partecipato oltre 2.900 Soci, cui si aggiungono deleghe e rappresentanze per un totale di circa 4.700 voti esprimibili, provenienti da tutte le aree nelle quali la banca opera e pure dalla Confederazione Elvetica. Il Presidente, in apertura dei lavori, ha ricordato i Collaboratori e talune Persone deceduti vicini alla banca.

L'Assemblea ha approvato, con tre voti contrari e quattro astensioni, la relazione degli amministratori sulla gestione, il bilancio al 31 dicembre 2011, chiuso con un utile netto di € 57,3 milioni, e il riparto dell'utile stesso, che prevede la distribuzione di un dividendo unitario lordo di € 0,09, cedola n. 32. Il pagamento, considerato che lo stacco avverrà, secondo le vigenti disposizioni, il 23 aprile 2012, decorrerà dal 26 seguente. Il predetto utile netto è quindi destinato come segue: dividendo € 27,7 milioni; riserve € 29,1 milioni; fondo beneficenza € 0,4 milioni.

Al termine della relazione il Presidente ha puntualmente risposto agli undici Soci che sono intervenuti.

********

Le risultanze consolidate dell'esercizio 2011 sono inevitabilmente condizionate dalle rilevanti pressioni che hanno interessato i mercati finanziari e dalla perdurante negativa congiuntura economica, elementi quindi di sistema. Confortante la vivacità commerciale del Gruppo bancario, che accresce concretamente l'intermediazione creditizia e di servizi. In particolare, le notevoli tensioni indotte dal "rischio sovrano" hanno avuto pesanti riflessi negativi sui corsi delle emissioni pubbliche di determinati Stati, comportando la contabilizzazione di consistenti minusvalenze relative ad attività finanziarie detenute dalla capogruppo, soprattutto titoli obbligazionari emessi dallo Stato italiano. Il primo scorcio del corrente esercizio ha evidenziato, in merito, significative riprese di valore. Il Gruppo non ha in portafoglio titoli sovrani greci o di altri emittenti pubblici europei cosiddetti periferici.

La prolungata criticità del ciclo economico ha ulteriormente aggravato il quadro generale, comportando l'incremento delle rettifiche su crediti. In tale complesso scenario il Gruppo bancario ha comunque assicurato il sostegno finanziario a famiglie e imprese meritevoli - nell'anno l'aumento degli impieghi supera l'11% -, pure tramite lo sviluppo delle relazioni con i consorzi/cooperative di garanzia fidi (Confidi) operanti nelle aree d'azione della capogruppo e altre istituzioni, quali la Banca Europea degli Investimenti (BEI), le Camere di Commercio, le Regioni.

Il bilancio consolidato dell'esercizio 2011 del Gruppo bancario Banca Popolare di Sondrio - composto dalla capogruppo, da Banca Popolare di Sondrio (SUISSE) SA (100%), da Factorit spa (60,5%) e da Sinergia Seconda srl (immobiliare strumentale, 100%) -, rassegna un utile netto di € 74,3 milioni, meno 44,99%, differenziale che diminuisce al 3,12% al netto della componente straordinaria, registrata nel 2010, rappresentata da plusvalenze per complessivi € 58 milioni rivenienti dalla cessione di partecipazioni detenute in Arca Vita spa e in Arca Assicurazioni spa.

A livello consolidato, la raccolta diretta da clientela segna € 22.679 milioni, con un aumento dell'8,79%; i crediti verso clientela sommano € 23.669 milioni, in progresso dell'11,61%. La raccolta indiretta si attesta, ai valori di mercato, a € 25.613 milioni, più 2,36%; quella assicurativa somma € 612 milioni, più 0,33%. La raccolta complessiva da clientela si posiziona quindi a € 48.904 milioni, più 5,22%. I crediti di firma sommano € 3.812 milioni, più 11,61%. Le sofferenze nette sono pari all'1,15% dei crediti verso clientela. Al 31 dicembre 2010 il rapporto stesso era dello 0,98%. L'incidenza, contenuta nel confronto con il sistema, evidenzia un profilo di rischio attentamente sorvegliato.

Il patrimonio netto consolidato, escluso l'utile d'esercizio, ammontava al 31 dicembre 2011 a € 1.748 milioni, con un aumento sul 31 dicembre 2010 di € 39 milioni, pari al 2,30%, determinato dagli accantonamenti in sede di riparto dell'utile dell'esercizio precedente, dall'andamento della riserva da valutazione delle attività detenute per la vendita e da quello del fondo acquisto azioni proprie. Il Tier 1 Capital Ratio e il Total Capital Ratio consolidati, stimati sulla base della metodologia standard di Basilea 2, si attestano rispettivamente al 7,77% e al 10,33%; coefficienti che, a livello d'impresa, segnano rispettivamente il 10,42% e il 14,26%.

La rete territoriale del Gruppo bancario si componeva, a fine anno, di 323 filiali, con un incremento di 11, di cui 10 istituite dalla capogruppo: Aosta; Seriate (Bg); Cernusco sul Naviglio (Mi); Erbusco (Bs); Sesto Calende (Va); Villafranca di Verona (Vr); Castel San Giovanni (Pc); Alessandria; Roma agenzia 33-Trastevere; Roma agenzia 34-Aurelio. La controllata BPS (SUISSE) ha avviato la filiale di Samedan, nel Cantone dei Grigioni.

****