Bilancio positivo, con 9,8 milioni di euro di utile netto, per Factorit, società controllata da Banca Popolare di Sondrio, al servizio delle imprese nella gestione dei crediti domestici e internazionali, al 4° posto tra gli intermediari del settore

Lunedì 2 aprile 2012 si è tenuta a Milano l'assemblea degli azionisti di Factorit S.p.A., società appartenente al Gruppo Banca Popolare di Sondrio. L'assemblea, sotto la presidenza del prof. Roberto Ruozi, ha esaminato e approvato i risultati di bilancio per l'esercizio 2011.

Nel 2011 la Società ha realizzato un utile netto di 9,8 milioni di euro. Il margine di intermediazione si è attestato a 55,5 milioni di euro, di cui il 54,9% derivanti da commissioni. Il rapporto costi/ricavi è stato pari al 36,5%.

Il volume dei crediti ceduti nel corso del 2011 è stato di 11.180 milioni di euro e conferma il posizionamento della Società al quarto posto tra gli operatori del settore, con una quota di mercato del 6,6%. L'operatività in pro-soluto è stata del 59,9%. Lo stock dei crediti in essere al 31/12/2011 ammontava a 2.922 milioni di euro. L'importo medio degli impieghi - costituiti da finanziamenti a sostegno della clientela - è stato di 1.687 milioni di euro, con un incremento del 20,3% rispetto all'anno precedente.

Il 60,5% della proprietà di Factorit è detenuto da Banca Popolare di Sondrio, azionista di controllo; il 30% da Banca Popolare di Milano; il restante 9,5% dal Gruppo Banco Popolare.

La Società, operativa dal 1978 nelle attività di anticipazione, garanzia e gestione dei crediti commerciali, domestici e internazionali, delle imprese, offre i suoi prodotti alla clientela, con una particolare attenzione alle PMI, su tutto il territorio nazionale attraverso gli oltre 7.300 sportelli delle banche azioniste e convenzionate.


 

Milano, 2 aprile 2012