Carlo Donegani: una via da seguire. Genio e tecnica nelle strade alpine

Carlo Donegani: una via da seguire. Genio e tecnica nelle strade alpine

Frutto della collaborazione tra il Liceo Scientifico Carlo Donegani e la Banca Popolare di Sondrio, nel pomeriggio di venerdì 27 maggio avranno luogo due eventi che ripropongono all'attenzione del vasto pubblico la figura e l'opera di Carlo Donegani.

Alle ore 16.00, presso la sede del Liceo scientifico sondriese, sarà inaugurato il Centro Documentazione Donegani, mentre alle 18.00 si terrà il vernissage della mostra Carlo Donegani: una via da seguire. Genio e tecnica nelle strade alpine allestita nei locali della Biblioteca Luigi Credaro della Banca Popolare di Sondrio, in Lungo Mallero Armando Diaz 18.

Il Centro Documentazione Donegani conserva il consistente patrimonio documentario acquisito nel 1998 dal Liceo con il contributo della Fondazione Cariplo, della Provincia e del Ministero della pubblica Istruzione.  

Il materiale comprende tavole originali realizzate da Carlo e Giovanni Donegani con disegni, sezioni e profili  relativi alla progettazione e costruzione della strada dello Stelvio, dello Spluga e dell'Aprica,ancor oggi  assi fondamentali del sistema viario valtellinese. La raccolta si è  successivamente arricchita di due preziosi documenti, dono dei signori Betta e Pietro Sertoli: la pergamena di Ferdinando I Imperatore d'Austria, che assegna il titolo della Corona Ferrea a Carlo Donegani,  e il manoscritto  "Guida allo Stelvio" di Giovanni Donegani.

La mostra presso la Biblioteca Credaro - che sarà visitabile fino al 18 giugno p.v. - comprende una ventina di disegni di proprietà del Liceo e della Bps dell'illustre ingegnere, progettista delle mirabili rotabili dello Spluga e dello Stelvio. L'esposizione si propone di mostrare al largo pubblico, attraverso tavole, disegni - alcuni dei quali esteticamente assai gradevoli - le grandi doti e le grandi competenze tecniche dello straordinario progettista - da alcuni definito progettista dell'impossibile - esecutore di tutte le principali strade della provincia di Sondrio. Non per nulla il museo storico della Banca al Passo dello Stelvio, che dedica un'area alla progettazione dell'ardita carrozzabile che giunge a 2860 metri quota, è a lui intitolato. Nel corso della rassegna allestita nel capoluogo sarà possibile richiedere, su appuntamento, la partecipazione, in qualità di guide, di studenti del Liceo "Donegani".

L'esposizione farà poi tappa a Bormio dal 16 luglio al 6 agosto presso l'Agenzia n. 1 della Bps in via Roma 64 e a Chiavenna, presso la Sala "Giovanni Bertacchi", in via Dolzino 67, dal 9 al 24 settembre.

L'ingresso è libero.