testata per la stampa della pagina

Bilancio positivo, 10 milioni di utile netto, per Factorit, la società controllata da Banca Popolare di Sondrio, al servizio delle imprese nella gestione dei crediti domestici e internazionali, al 4° posto tra gli intermediari del settore.

Lunedý 28 marzo 2011 si Ŕ tenuta a Milano l'assemblea degli azionisti di Factorit S.p.A., controllata dalla Banca Popolare di Sondrio, che, sotto la presidenza del prof. Roberto Ruozi, ha esaminato e approvato i risultati di bilancio per l'esercizio 2010.

Nel 2010 la SocietÓ ha realizzato un utile netto di 10 milioni di euro. Il margine di intermediazione si Ŕ attestato a 59,1 milioni di euro, di cui il 54% derivanti da commissioni. Il rapporto costi/ricavi Ŕ stato pari al 26%.

Il volume dei crediti ceduti nel corso del 2010 Ŕ stato di 11.341 milioni di euro e conferma il posizionamento della SocietÓ al quarto posto tra gli operatori del settore, con una quota di mercato dell'8,3%. L'operativitÓ in pro-soluto Ŕ stata del 63%. I crediti ceduti al 31/12/2010 ammontavano a 3.188 milioni di euro. L'importo medio degli impieghi Ŕ stato di 1.201 milioni di euro.

Nel corso del 2010 il 60,5% della proprietÓ di Factorit Ŕ stato acquisito da Banca Popolare di Sondrio, ora azionista di controllo, e il 30% da Banca Popolare di Milano. Il Gruppo Banco Popolare ha mantenuto il 9,5% del capitale.

Factorit ha recentemente trasferito la propria sede operativa in via Cino del Duca n. 12, nel centro di Milano, vicino a San Babila, in stabile di proprietÓ della Banca Popolare di Sondrio.

La SocietÓ, operativa dal 1978 nella gestione e nell'anticipazione di crediti commerciali, domestici ed internazionali, offre i suoi prodotti alla clientela su tutto il territorio nazionale attraverso gli oltre 5.000 sportelli delle banche azioniste e convenzionate.

 

Chiudi la versione stampabile della pagina e ritorna al sito