testata per la stampa della pagina

Consiglio di amministrazione dell'11 novembre 2010: approvazione della situazione patrimoniale ed economica consolidata al 30 settembre 2010

Gruppo Bancario BANCA POPOLARE DI SONDRIO

Titolo

Consiglio di amministrazione dell'11 novembre 2010:
approvazione della situazione patrimoniale ed economica consolidata al 30 settembre 2010.

Sommario

- dati contabili (in milioni di euro):

 
 
30/9/2010
30/9/2009
Variazione
Margine di interesse
310
365
- 14,99%
Margine di intermediazione
481
637
- 24,40%
Risultato netto della gestione finanziaria
384
542
- 29,17%
Utile operatività corrente al lordo delle imposte
174
284
- 38,57%
Utile netto
123
175
- 29,83%
 
 
30/9/2010
31/12/2009
Variazione
Raccolta diretta da clientela
19.728
19.166
+ 2,94%
Raccolta indiretta da clientela
24.307
22.402
+ 8,50%
Raccolta assicurativa da clientela
604
524
+ 15,18%
Raccolta complessiva da clientela
44.639
42.092
+ 6,05%
Crediti di cassa verso clientela
20.459
18.156
+ 12,69%
 
 
30/9/2010
30/9/2009
Variazione
Raccolta diretta da clientela
19.728
18.546
+ 6,38%
Raccolta indiretta da clientela
24.307
21.256
+ 14,35%
Raccolta assicurativa da clientela
604
504
+ 19,87%
Raccolta complessiva da clientela
44.639
40.306
+ 10,75%
Crediti di cassa verso clientela
20.459
17.069
+ 19,86%
 

Composizione del Gruppo bancario:

 

Testo

Il Consiglio di amministrazione della Banca Popolare di Sondrio, società cooperativa per azioni, ha oggi esaminato e approvato la situazione patrimoniale ed economica consolidata al 30 settembre 2010, primo resoconto successivo all'acquisizione del controllo di Factorit spa, perfezionata il 29 luglio 2010.

L'utile netto consolidato di periodo si afferma a € 123 milioni, in contrazione del 29,83% rispetto al 30 settembre 2009.

Quanto agli aggregati patrimoniali, la raccolta diretta da clientela segna € 19.728 milioni, più 2,94% sul 31 dicembre 2009, più 6,38% su base annua. I crediti verso clientela sommano € 20.459 milioni, più 12,69% sul 31 dicembre 2009, più 19,86% su base annua. Tale incremento è parzialmente correlato alla variazione del perimetro di consolidamento per l'acquisizione di Factorit spa. Su basi omogenee, l'incremento sarebbe, rispettivamente, dell'8,22% e del 15,11%. Le sofferenze nette sono pari allo 0,98% dei crediti verso clientela; al 31 dicembre 2009 il rapporto stesso era dello 0,85%.

La raccolta indiretta da clientela si attesta, ai valori correnti, a € 24.307 milioni, più 8,50% sul 31 dicembre 2009, più 14,35% su base annua. Quella assicurativa somma € 604 milioni, più 15,18% sul 31 dicembre 2009, più 19,87% su base annua. La raccolta complessiva da clientela si posiziona quindi a € 44.639 milioni, più 6,05% sul 31 dicembre 2009, più 10,75% su base annua.

Le risultanze economiche consolidate al 30 settembre 2010 evidenziano una linea di continuità con i precedenti resoconti di periodo, confermando l'efficacia dell'azione commerciale del Gruppo bancario, attestata dal soddisfacente progresso, anno su anno, degli aggregati patrimoniali e delle commissioni nette da servizi. Si confermano altresì, come del resto a livello di sistema, la contrazione del margine di interesse, correlata al livello particolarmente basso dei tassi, e le significative rettifiche su crediti, conseguenti alle criticità che da tempo segnano l'economia reale. Quanto a quest'ultimo fattore, il rapporto tra i crediti in sofferenza netti e quelli complessivamente erogati, pari, come sopra specificato, allo 0,98%, si mantiene inferiore a quelli di sistema. È inoltre significativo, pure in confronto alle notevoli riprese di valore registrate nel 2009, l'effetto del deprezzamento attinente ad attività finanziarie in portafoglio - principalmente, per € 33 milioni circa, CCT -, che riflettono la diffusa debolezza dei corsi delle emissioni governative.

Nel corrente esercizio il Gruppo bancario ha accresciuto l'azione di sostegno finanziario a famiglie e piccole e medie imprese - di rilievo l'incremento anno su anno, oltre il 23%, dei mutui ipotecari -, pure tramite l'adesione a nuove e diversificate iniziative proposte da Confidi. Quanto ai settori economici, merita evidenza l'attenzione nei confronti dei comparti agricolo e agroindustriale, in particolare tramite nuove convenzioni sottoscritte con Finlombarda (agevolazioni per il credito di funzionamento) e con Ferfidi Lombarda (accesso al credito delle PMI attive nella trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli). La banca opera inoltre tramite la partecipata Banca della Nuova Terra, specializzata nell'erogazione di finanziamenti a imprese che operano nei comparti agricolo, agroindustriale, della tutela ambientale e delle fonti energetiche rinnovabili.

Inoltre, come a suo tempo reso noto, la banca ha acquisito il controllo (60,5%) di Factorit spa, storica società specializzata nell'anticipazione e nell'incasso di crediti commerciali e nei servizi connessi, quarto operatore nazionale di settore per volumi lavorati. Ciò intende rafforzare, qualificando l'offerta, la concreta vicinanza della Banca Popolare di Sondrio alle imprese, anche tramite strumenti diversificati quali sono quelli riferiti e correlati al factoring. Relativamente ai crediti verso clientela sopra specificati - € 20.459 milioni consolidati -, il 5,64% attiene a Factorit. Sempre di rilievo l'attività di supporto alla clientela effettuata tramite altre società di servizi partecipate, tra le quali merita evidenza Alba Leasing che, seppure di recente costituzione, esprime un ruolo di rilievo nell'operatività in leasing.

Relativamente alle componenti del conto economico consolidato, raffrontate con le risultanze al 30 settembre 2009, il margine di interesse diminuisce del 14,99% a € 310 milioni. Le commissioni nette da servizi, € 182 milioni, segnano un significativo incremento pari al 28,26%. I dividendi percepiti ammontano a € 3 milioni, mentre il risultato della gestione dei portafogli titoli è negativo per € 14 milioni, rispetto a un risultato positivo di € 127 milioni del periodo di confronto. Il margine d'intermediazione segna € 481 milioni, meno 24,40%. Le rettifiche nette su crediti e attività disponibili per la vendita si attestano a € 97 milioni, in aumento del 2,90%. Il risultato netto della gestione finanziaria si attesta a € 384 milioni, meno 29,17%. Il totale dei costi operativi, derivante dalla somma di spese amministrative, accantonamenti, rettifiche di valore su attività materiali e immateriali, cui si aggiunge il saldo tra «altri oneri e proventi di gestione», ammonta a € 271 milioni, più 5,53%. Le partecipazioni e altri investimenti segnano un utile di € 61 milioni principalmente riferito alla cessione parziale dell'interessenza in Arca Vita e a quella totale in Arca Assicurazioni, rispetto a un risultato negativo di € 2 milioni dell'esercizio precedente. Il risultato dell'operatività corrente si attesta a € 174 milioni, meno 38,57%. Dedotte infine le imposte sul reddito, ammontanti a € 50 milioni, e l'utile di pertinenza di terzi pari a circa € 2 milioni, si perviene al predetto utile netto consolidato al 30 settembre 2010 di € 123 milioni, meno 29,83%.

Il patrimonio netto consolidato, escluso l'utile di periodo, ammontava al 30 settembre 2010 a € 1.703 milioni, con un incremento sul 31 dicembre 2009 di € 102 milioni, pari al 6,34%, determinato dagli accantonamenti in sede di riparto dell'utile dell'esercizio precedente, dall'andamento della riserva da valutazione delle attività detenute per la vendita e da quello del fondo acquisto azioni proprie.

La rete territoriale del Gruppo bancario contava, al 30 settembre 2010, 305 unità. Nell'ultimo scorcio dell'anno sono previste nuove istituzioni da parte della capogruppo.

Il Consiglio di amministrazione ha preso atto del costante incremento della compagine sociale, a oggi formata di 167.503 soci, 4.470 in più rispetto al 31 dicembre 2009.

Il resoconto intermedio di gestione consolidato al 30 settembre 2010 viene pubblicato sul sito internet aziendale - www.popso.it - ed è depositato presso Borsa Italiana e presso la sede centrale della banca.

 

Dichiarazione

Il dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari, dottor Maurizio Bertoletti, dichiara, ai sensi del comma 2 dell'articolo 154 bis del Testo Unico della Finanza, che l'informativa contabile contenuta nel presente comunicato corrisponde alle risultanze documentali, ai libri e alle scritture contabili.
 
Firmato: Maurizio Bertoletti, dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari

 
 

Contatti societari

 

Allegato

File in formato PDF (259.87 KB)schemi di stato patrimoniale e di conto economico consolidati. (259.87 KB).
 

Sondrio, 11 novembre 2010

Chiudi la versione stampabile della pagina e ritorna al sito